Venerdì 21 aprile, alle ore 15.30, presso l’aula consiliare del Comune di Framura, in collaborazione con La Massocca, si terrà la proiezione del film “Rudolf Jacobs – L’uomo che nacque morendo” di Marina Piperno e Luigi Faccini.

Saranno presenti i partigiani:
Defranchi Renato
“Tigre”
Dirindelli Giobatta “Baciccia”
De Geronimi Leopoldo

Era nato a Brema Rudolf Jacobs, arruolato nel Corpo del Genio navale germanico e assegnato nel 1943 alla base di La Spezia. Il suo sguardo, quello ‘ufficiale’ e quello umano, copriva e controllava la costa fino a Viareggio. Lungo quella regione, dove la Toscana ‘accarezza’ la Liguria e il Magra lambisce con le sue acque dolci la terra coltivata dagli antichi Luni, il capitano Jacobs maturò le sue riflessioni intorno all’incanto della natura e all’assurdità di una guerra nella cui follia stentava a riconoscersi e a impegnarsi.
Dopo l’armistizio e l’attentato fallito al Führer, Jacobs entrò in contatto con le forze antifasciste spezzine, condividendone i valori democratici fino all’adesione ‘resistente’. Lasciata Lerici e i conforti degli ufficiali per i ‘marmi’ e i partigiani delle Apuane, Rudolf Jacobs pianificò un attentato contro le Brigate Nere insediate nella cittadina di Sarzana. A capo della Brigata Muccini e armato di Luger e coraggio, il partigiano tedesco colpì al cuore il comando militare fascista, morendo troppo presto sotto i colpi del nemico.

luomo-che-nacque-morendo